Romana di nascita, stilista per vocazione, Emilia Scaccia subisce il fascino della moda fin da bambina. L’odore della stoffa e il suono della macchina da cucire, infatti, le diventano ben presto familiari grazie alla madre, che di professione fa la sarta e le trasmette la passione per la creazione degli abiti.

Dopo il diploma, Emilia si forma come stilista alla prestigiosa scuola di moda Ida Ferri, dove non solo perfeziona il suo lato artistico, ma apprende anche tutte le nozioni pratiche necessarie per realizzare i modelli su carta, confezionare gli abiti, ricamare, dipingere sui tessuti, realizzare cappelli e quanto altro serve per accessoriare i vestiti.

Inizia subito a lavorare. Collabora con prestigiosi atelier romani di Via Margutta, con aziende di alta moda e prêt-à-porter.

Apre il suo primo laboratorio all’età di 30 anni e, dopo solo pochi anni, visto il successo del suo lavoro, affianca alle collaborazioni con le aziende di moda, l’ideazione della sua linea di abiti su misura.

Nel 2016, insieme allo stilista Antonio Martino, dà vita a Spazio2.0 Roma, uno spazio polifunzionale che unisce all’atelier, dove vengono esposte le collezioni dei due stilisti, un laboratorio in cui vedono la luce creazioni di alta sartoria con la firma di Emilia e di Martino e in cui viene fornita anche una consulenza tecnica e una collaborazione ad altri professionisti per la realizzazione del loro primo capo.

Tutt’ora Emilia Scaccia collabora con stilisti come Antonio Grimaldi, Greta Boldini e tanti altri brand.

Dal 2013, dopo aver insegnato per diversi anni modellazione e confezione nella scuola Ida Ferri, la Scaccia è docente presso l’Accademia del Lusso di Roma.